AS Roma x tokidoki: intervista a Simone Legno – tokidoki e a Andrea Caloro – AS Roma

Licensing Italia ha intervistato Simone Legno, cofondatore e artista di tokidoki, brand di lifestyle creato a Los Angeles nel 2005 ora riconosciuto e popolare in tutto il mondo, e Andrea Caloro, Merchandising and Licensing Director di AS Roma

Lo scorso 12 settembre a Roma si è tenuta la presentazione ufficiale dell’inizio della collaborazione tra AS Roma e tokidoki

di Maura Rastelli

Simone Legno Foto: Fabio Rossi/AS Roma/LaPresse

L.I. Come e quando hai creato e lanciato il brand tokidoki?

Simone Legno: L’idea di tokidoki è nata nel 2001 come sito web personale, un mio portfolio artistico, un luogo dove ho potuto sperimentare la tecnologia flash e mescolare arte, design e personaggi. Nel 2003 sono stato contattato dagli imprenditori Pooneh Mohajer e Ivan Arnold e mi sono trasferito a Los Angeles: qui abbiamo fondato tokidoki, LLC. Nel 2005 abbiamo lanciato ufficialmente tokidoki, con la nostra prima collezione di magliette.

L.I. tokidoki è ora un brand riconosciuto e popolare in tutto il mondo. Quali sono i territori in cui tokidoki ha particolarmente successo e quali sono secondo te le ragioni principali di questa celebrità?

S.L. La awareness di tokidoki è particolarmente forte negli Stati Uniti, in Cina e nel Sud-Est asiatico; tuttavia abbiamo una presenza importante anche in Europa, Australia, Messico, Sud America e, proprio il mese scorso, abbiamo lanciato il brand in India. Il nostro obiettivo è continuare ad espandere la portata globale di tokidoki, sia attraverso un programma di licenze globale, sia attraverso la produzione e la distribuzione interna dei nostri articoli da collezione e borse in vinile. tokidoki è davvero un marchio lifestyle a 360 gradi con categorie di prodotti su licenza che vanno dall’abbigliamento alle slot machine, al vino, oltre a collaborazioni con firme dell’alta moda, ad esempio Karl Lagerfeld, o con brand come Hello Kitty, Marvel, Sephora, ecc.

L.I. Quando hai lanciato il progetto tokidoki, hai considerato anche le opportunità di licensing che questo marchio poteva avere?

S.L. Sì, abbiamo sempre creduto che il licensing fosse il modo principale per espandere correttamente un brand di lifestyle. Abbiamo iniziato con la nostra produzione interna di magliette che ha debuttato alle fiere Magic and Pool nel febbraio 2005, poiché sapevamo che dovevamo consolidare il brand prima di poter crescere correttamente attraverso lo sviluppo di licenze.

L.I. Vivi negli Stati Uniti, ma ci è stato detto che sei un appassionato tifoso della squadra di calcio AS Roma. Come è nata la tua collaborazione commerciale con la AS Roma?

S.L. Mi sono trasferito a Los Angeles 16 anni fa, ma sono cresciuto a Roma e il mio amore e il mio sostegno all’AS Roma sono stati un aspetto costante della mia vita quotidiana. Soprattutto vivere lontano da casa, dal momento che la squadra rappresenta la città in cui sono nato e cresciuto, mi ha plasmato nella persona che sono. Inoltre, sono la vera definizione di ‘maniaco del calcio’.

L.I. Quali sono valori principali a cui ti sei ispirato e che hai voluto esprimere?

S.L. Volevo che la mascotte della squadra, Romolo, incarnasse i valori del coraggio e della gentilezza. Volevo descriverlo come protettivo, ma anche audace e, in qualche modo, impertinente, allo stesso tempo divertente e caloroso, come credo che ogni fan della Roma sia. Ho anche creato la moglie e i due figli di Romolo perché credo che essere un romanista significhi amare i valori della famiglia e trasferirli di generazione in generazione.

L.I. Questa è la tua prima esperienza con una squadra di calcio?

S.L. Sì. Nel mondo dello sport, abbiamo già svolto programmi di collaborazione con tutte le squadre MLB, in particolare i San Francisco Giants e NPB (la lega di baseball giapponese); tuttavia, questa è la nostra prima esperienza con una squadra di calcio.

L.I. Come sostenitore devi essere orgoglioso di aver realizzato il restyling della mascotte di AS Roma, non è vero?

S.L. Vivo e respiro la Roma e, al di là di questa collaborazione, essendo un sogno di carriera che diventa realtà, emotivamente significa molto per me. Sono molto orgoglioso, anche verso la mia famiglia e i miei amici, di aver avuto la straordinaria opportunità di comunicare il mio amore per la nostra cultura. La Roma è infatti il simbolo e il custode di tutti i miei valori, la mia eredità, il mio quartiere e i miei ricordi, diventato più evidente e significativo con il passare degli anni.

L.I. Quando e come è nata l’idea di una collaborazione con il brand tokidoki? Quali i principali obiettivi?

Andrea Caloro: L’idea della collaborazione nasce quasi tre anni fa da un incontro tra Simone Legno ed il presidente della AS Roma James Pallotta. L’idea nasce dalla volontà e convinzione che il brand AS Roma rappresenti non solo la squadra della città, ma la città stessa. E chi più di Simone Legno, tifosissimo della AS Roma con un grandissimo legame con la città poteva rappresentare questa idea…

L.I. Si tratta senza dubbio di un progetto interessante e innovativo. Come pensate che sarà accolto dai vostri tifosi e più in generale dal mercato? 

A.C. Siamo certi che il nostro pubblico di riferimento non solo apprezzerà una collaborazione così prestigiosa ma se ne farà un vanto. Dalla collaborazione nascerà una linea di prodotti sviluppata da marchi iconici del mondo del merchandising sportivo. Uno su tutti New Era, leader assoluto del mercato dei baseball caps. I prodotti oggetto della collaborazione avranno un appeal internazionale e un posizionamento legato al mondo streetwear fashion. D’altronde diverse esperienze del mondo del calcio hanno percorso e stanno percorrendo questa strada poiché i tifosi hanno voglia di vestire i colori della propria squadra del cuore nella loro quotidianità.

L.I. Quali iniziative avete in programma nei prossimi mesi per promuovere questa partnership?

A.C. Stiamo preparando diverse iniziative, prima tra tutte un’attività in campo durante uno dei prossimi match casalinghi, che vede il coinvolgimento dei giocatori della AS Roma con le casacche “brandizzate” (nomi e numeri) tokidoki, oltre alla presentazione di prodotti dedicati in limited edition con un primo lancio a retail previsto a partire da fine settembre presso i negozi ufficiali del Club AS Roma Stores. Seguiranno nuovi lanci di collaborazioni in negozi specializzati in Europa e nei mercati US e Asiatici. Importante iniziativa vede anche il restyling della mascotte Romolo, con un ricchissimo calendario di attività in campo e fuori campo.

L.I. Quale impatto avrà la collaborazione con tokidoki sulla vostra strategia di licensing? 

A.C. Questa è la prima di una serie di collaborazioni “autentiche” che abbiamo in mente. La città di Roma e la AS Roma hanno valori condivisi, molti brand lo riconoscono e capiscono le potenzialità di associarsi a noi.

L.I. Approfittiamo per chiederle: quale pensa che sarà l’evoluzione del calcio italiano nel settore del licensing?

A.C. Crediamo fermamente che sia necessario da parte dei brand sportivi creare una strategia di posizionamento autentico. Ogni brand ha una sua storia ed una sua anima. La sfida è quella di perseguire un modello di licensing “sostenibile”, non un classico programma di merchandising, quanto piuttosto un programma di brand licensing che esalti i valori del Brand.

AS Roma e tokidoki parteciperanno come espositori a BLE 2019, ExCel London, 1-3 ottobre: AS Roma stand E405; tokidoki stand B321 

 
✖
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di Licensing International iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter