Fun&Media – gli highlight emersi dal webinar

Per il secondo anno Hubits ha presentato i risultati dello studio Fun&Media che ha coinvolto oltre 3.000 intervistati corrispondenti a 38.500.000 di italiani tra i 18 e i 74 anni.

La ricerca Fun&Media analizza il mercato dell’intrattenimento a pagamento con un focus sul video, i libri, il gaming e la musica sia online (streaming, podcast, audiolibri…) sia fisica (cd, dvd, vinili…)
 
In occasione del webinar dello scorso 11 maggio, organizzato da Licensing Italia in collaborazione con Mondadori Media – Hubits,  insieme a Pamela Saiu, Responsabile di Mondadori Media – Hubits, erano presenti anche Federica Arduino, Responsabile Analisi di Mondadori Retail, che ha illustrato l’importanza dei fumetti, in tale crescita da da spingere tutte le librerie del brand a creare un corner ad hoc a nome Comics molto ricco e variegato; Marco Cino, Managing Director dell’agenzia Echo, che ha illustrato le evoluzioni del mercato streaming rispetto al cinema; Fabrizio Savorani, Event Director di Milan Games Week and Cartoomics, che ha illustrato le tendenze del mondo gaming.
 
Rispetto all’edizione dello scorso anno, i risultati  hanno evidenziato un netto aumento dell’utilizzo dei diversi mezzi che non sempre si concretizza in un aumento della spesa. L’unico parametro in crescita è quello che riguarda i libri cartacei che segnano un aumento del dichiarato di acquisto, i video in genere, mentre lo streaming in particolare è in leggera contrazione. Gli acquisti di giochi e musica sono in linea con i dati dell’anno precedente.
 
La contrazione delle vendite rispetto all’uso dei mezzi si spiega soprattutto in una maggiore attenzione alla spesa, sicuramente l’esperienza della pandemia oltre ad aver dato vita ad abitudini più casalinghe, ha sviluppato anche una certa oculatezza nella spesa. Quindi sì alla condivisione degli account in famiglia e tra amici, e sì ad iscrizioni light che prevedono in cambio la pubblicità, strada scelta da quasi un quarto di spettatori e ascoltatori streaming, per musica e video.
I libri cartacei si confermano essere la scelta di un quarto degli utenti anche come regalo, seguiti dai supporti fisici di musica e video
 
Infine, come eredità della pandemia, in sofferenza il cinema in sala: se prima della pandemia solo il 5% dichiarava di non andare mai al cinema, in questa wave ben il 27% ha dichiarato di non aver mai visto un film al cinema nell’ultimo anno.
 
Questo a livello di scenario generale, la ricerca ha poi sviluppato dei verticali approfonditi sulle 4 aree di indagine. I verticali sono disponibili a pagamento contattando pamela.saiu@gmail.com.
 
Al link qui di seguito la presentazione di Fun&Media__Scenario2023 , mentre a questo link è possibile rivedere il webinar con gli interessanti interventi degli ospiti.
✖
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di Licensing International iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter