Geronimo Stilton testimonial per i Musei: intervista a Rachele Geraci, Atlantyca

Geronimo Stilton, il topo giornalista più amato dai bambini, tradotto in 49 lingue e con 161 milioni di copie vendute nel mondo, è un fenomeno globale che dall’Italia si è diffuso in tutto il mondo, non solo nell’ambito della letteratura per l’infanzia, ma anche della promozione all’educazione culturale dei suoi lettori. 

di Maura Rastelli 

Ormai da diversi anni infatti Geronimo Stilton collabora con i musei italiani, ad esempio il MUDEC di Milano e il Parco Archeologico di Pompei, il Galata-Museo del Mare di Genova, la Fondazione Museo Civico di Rovereto, in qualità di testimonial per avvicinare e sensibilizzare i ragazzi nei confronti del patrimonio culturale.

Rachele Geraci
Rachele Geraci

Licensing Italia ha intervistato in esclusiva Rachele Geraci, Stage Rights Sales & Development Manager di Atlantyca Entertainment S.p.A., l’azienda milanese che gestisce i diritti editoriali internazionali, di animazione e di licensing della property Geronimo Stilton. 

L.I. Come è nata l’idea di sviluppare queste collaborazioni con i Musei?  

Rachele Geraci: Da sempre a Geronimo Stilton è stato riconosciuto il ruolo di veicolo di valori importanti attraverso le sue storie. Nel 2016, quando abbiamo ricevuto dal Museo delle Culture di Milano Mudec la proposta di utilizzare Geronimo Stilton come guida ufficiale per i bambini in occasione dell’allestimento della mostra sugli Egizi “Egitto: la straordinaria scoperta del Faraone Amenofi II”, siamo stati subito molto favorevoli. Da lì abbiamo ricevuto un numero crescente di richieste da parte sia di enti culturali, Musei e luoghi d’arte, a dimostrazione da un lato della volontà di dare servizi aggiuntivi dedicati ai ragazzi e alle famiglie e dall’altra la necessità di parlare con i giovani e sensibilizzarli su temi a volte un pò complessi o lontani da loro. Geronimo Stilton è senza dubbio il personaggio adatto perché è divertente e vicino ai ragazzi, è affidabile per i genitori e con il suo linguaggio riesce ad insegnare divertendo.

L.I. Come è stato strutturato il progetto? 

R.G.: Non abbiamo un modello standard perché cerchiamo sempre di interpretare le esigenze del Museo o della struttura con cui collaboriamo, adeguando il progetto alle diverse esigenze e necessità: si passa dall’audioguida registrata con la voce del direttore dell’Eco del Roditore che spiega una mostra o un percorso espositivo, ad una serie di pannelli ludico-esplicativi distribuiti lungo un percorso per ragazzi, ancora a laboratori didattici per scuole e famiglie fino ad arrivare all’ambientazione all’interno di un Museo  di un’avventura di Geronimo Stilton, in partnership con edizioni Piemme.  Questo è il caso ad esempio del Museo Leonardiano di Vinci che, per celebrare i 500 anni dalla scomparsa di Leonardo da Vinci, ha collaborato con noi e Edizioni PIEMME alla stesura della storia divertente “Il segreto di Leonardo”, venduta e tradotta in altri 8 Paesi. Il lancio ufficiale è avvenuto al Museo Louvre di Parigi con Geronimo in Pelliccia e Baffi. Anche in Spagna abbiamo realizzato un’operazione simile, in collaborazione con Planeta Destino, l’editore di Geronimo in lingua castigliana, e il Museo El Prado di Madrid

L.I. Su quali Stati vi siete focalizzati? 

R.G.: Per ora operiamo principalmente in Italia e in Spagna, ma contiamo di allargare presto la collaborazione ai più grandi musei d’Europa.

L.I. Ci può dare un’idea delle case history più interessanti? 

R.G.: Difficile raccontarne solo alcune perché sono tutte molto belle ed interessanti: dalla collaborazione con il Parco Archeologico di Pompei al Mudec, al Civico di Rovereto. Sicuramente la collaborazione con il Museo Leonardiano ha un grande valore anche perché si inserisce in una serie di celebrazioni mondiali importantissime.  È stato per noi motivo di grande orgoglio che il Museo abbia pensato proprio a Geronimo per raccontare la storia del Genio. Ancora, devo citare il Museo del Mare Galata di Genova, dove Geronimo è presente già dallo scorso anno con 15 pannelli esplicativi posti nel percorso museale, una mappa dedicata ai ragazzi per indicare il percorso da seguire e, ancora, attività didattiche per le famiglie e le scuole. Abbiamo inoltre organizzato una serie di eventi e spettacoli di Geronimo Stilton in Pelliccia e Baffi che il primo sabato di ogni mese incontra nell’auditorium del Museo tutti i ragazzi.  Anche la collaborazione con il Museo del Prado è molto interessante: dal progetto è nato un musical teatrale che ha debuttato nel 2018 ed è ancora in tournée in Spagna, quindi veramente una collaborazione a 360°.

L.I. Come sono state accolte queste iniziative dal target di riferimento? 

R.G.: Benissimo, i ragazzi sono entusiasti di trovare il personaggio da loro amato in un luogo un pò insolito e ne sono attratti, perché imparano cose nuove attraverso le divertenti storie di un personaggio che conoscono bene. Anche i Musei sono molto soddisfatti e riconoscono a Geronimo Stilton il ruolo di vero mediatore, ponte tra i bambini e il mondo dell’arte, in grado non solo di dare una proposta aggiuntiva, ma anche di sensibilizzare i ragazzi riguardo il nostro patrimonio culturale, sempre divertendoli.

Geronimo Stilton_Musei

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di LIMA (The International Licensing Industry Merchandisers’ Association) iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter