Il network kids di De Agostini Editore a Cartoons on the Bay 2018

Il network kids di  De Agostini Editore composto dai canali satellitari Deakids e Deajunior e dal canale ddt Super! in joint venture con Viacom a Cartoons on the Bay 2018

I canali televisivi kids del gruppo De Agostini Editore hanno presentato una ricerca sul rapporto tra i ragazzi e la musica, in relazione al fenomeno di Musical.ly dal titolo: “La musica è cambiata. Musical.ly R-Evolution!”.

Il canale Super! all’interno del suo palinsesto ospita quotidianamente moltissima musica contenuta nei programmi e nelle live action del canale e sul sito supertv.it ha un cliccatissimo web magazine musicale ricco di interviste agli artisti piu’ amati dai ragazzi.

Durante questa edizione di Cartoons on the Bay è stata presentata una ricerca sul rapporto tra i ragazzi e la musica, analizzando in particolare la relazione con le nuove piattaforme usate dai giovani e i nuovi modelli di fruizione attraverso fenomeni come Musical.ly che stanno sempre più conquistando i giovanissimi.

Tale studio è una rilevazione quali-quantitativa su 150 bambini e ragazzi di età compresa tra gli 8 e i 14 anni in tutta Italia. Lo studio quantitativo, preceduto da una fase qualitativa, ha analizzato le opinioni della Generazione Z rispetto al cambiamento intervenuto nelle logiche di fruizione della musica con l’avvento di Musical.ly, un’applicazione made in China che ha raggiunto nel 2017 il suo massimo apice. L’utilizzo di Musical.ly comincia ben prima dei 12 anni da un pubblico tendenzialmente più femminile che trova nell’applicazione allegria e coinvolgimento (64%), entusiasmo e felicità (44%). Per le ragazze Musical.ly è divertimento, creazione di video senza l’ansia della condivisione, democrazia del talento ed espressione della creatività.

Il 60% del campione afferma che Musical.ly ha portato un cambiamento nelle logiche di fruizione della musica: sia nell’utilizzo del cellulare come piattaforma “unica” di ascolto (80% del campione), sia per il fatto che ora la musica, più che ascoltarla, la si guarda, la si imita, ma, soprattutto, la si crea, plasma e reinterpreta sulla base della propria vena creativa (il 60 % del campione usa per i video di Musical.ly filtri ed effetti speciali che accelerano o diminuiscono il ritmo, modificano la voce del pezzo originale, ecc…).