Licensing e sostenibilità: un tema ‘caldo’ alla Spielwarenmesse® 2020

La sostenibilità è oggi uno degli argomenti ‘caldi’ nell’industria del licensing

fonte: Licensing International

In senso commerciale non esiste un’unica definizione di “sostenibile”: si può rivolgere la domanda di cosa significhi a dieci persone e probabilmente si otterranno altrettante risposte diverse.

Se si concorda però sul fatto che il concetto di sostenibilità indica una qualsiasi forma di coscienza ambientale e lo sviluppo di processi progettati per evitare l’esaurimento delle risorse naturali, allora la sostenibilità è stata uno dei temi di maggiore attualità dibattuti in occasione dell’ultima edizione della Spielwarenmesse® di Norimberga.

Mentre alcune aziende stanno sviluppando un livello maggiore di consapevolezza ambientale, altre l’hanno avuta sin dall’inizio. Una di queste è ad esempio Green Toys, azienda californiana, che sta utilizzando programmi di licensing “Per far conoscere la propria missione ” – così come ha dichiarato il Presidente Charlie Friend durante il panel sponsorizzato da Licensing International e Global Licensing Group. Egli ha inoltre aggiunto che: “Le persone che non conoscono Green Toys conoscono sicuramente Mickey Mouse o Minnie: ciò ci consente di ampliare la portata del nostro appello al rispetto per l’ambiente; per questo abbiamo accolto queste property nella famiglia di Green Toys.

Contrariamente alla pratica comune, che prevede che il Licenziatario si adatti alle scelte di packaging del Licenziante, Green Toys studia per i propri giocattoli su licenza imballaggi capaci di conferire ai brand un richiamo alla sensibilità e alla sostenibilità ambientale.

Ad oggi infatti, diverse aziende hanno focalizzato l’attenzione sul packaging. Ad esempio, sempre a Norimberga, Rafaela Hartenstein di Hasbro ha delineato le recenti iniziative aziendali legate all’ambiente: eliminazione della plastica da tutti gli imballaggi entro la fine del 2020, una scelta che verrà estesa anche ai Licenziatari di Hasbro. “Sappiamo che i nostri licenziatari sono davvero interessati alle iniziative ambientali che stiamo sviluppando e sicuramente cercheranno di realizzarle in qualunque modo“, ha dichiarato la Hartenstein – “Rimane il fatto che sono le grandi aziende a dover muovere i primi passi “.   

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di LIMA (The International Licensing Industry Merchandisers’ Association) iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter