MeteoHeroes: al via la produzione della nuova serie animata

È di poche settimane fa l’annuncio della partnership tra Mopi – Centro Epson Meteo e Mondo TV per la produzione di MeteoHeroes – una delle serie TV animate per bambini più innovative e più attese nel panorama internazionale.

Licensing Italia intervista in esclusiva Luigi Latini, ideatore della serie e AD di Mopi – Centro Epson Meteo, e Valentina La Macchia, Licensing Director di Mondo TV.

di: Maura Rastelli

Luigi_Latini
Luigi Latini

Licensing Italia: Il Centro Epson Meteo è una realtà molto conosciuta e apprezzata, sia in Italia sia a livello internazionale, nel campo della meteorologia, Come nasce l’idea dei MeteoHeroes?

Luigi Latini:  Negli anni ci siamo resi conto che non si stava facendo abbastanza per comunicare il cambiamento climatico in atto e allora abbiamo avuto l’idea di parlare direttamente alle future generazioni però utilizzando un linguaggio che avesse presa su di loro senza risultare noioso, abbiamo ragionato sul fatto che le nuove generazioni dovranno avere una sensibilità maggiore verso il rispetto dell’ambiente e la tutela del territorio e l’unico modo per attrarli verso un tema così importante era attraverso il divertimento e l’azione, che infatti sono dominanti nelle avventure dei MeteoHeroes.

L.I. Il Centro Epson Meteo è un vero outsider nel mondo dell’animazione. Come avete fatto a sviluppare il progetto nelle prime fasi fino ad arrivare, in brevissimo tempo, all’avvio della produzione della serie TV? 

L.L. Una volta avuta l’intuizione di parlare in modo divertente dei cambiamenti climatici ai bambini abbiamo pensato che dovevamo circondarci di professionisti del settore, noi avremmo potuto dare la conoscenza scientifica, lo spunto e l’idea di partenza ma per sviluppare il progetto in modo credibile e professionale avremmo dovuto cercare dei professionisti dell’animazione. Ci siamo messi in moto e abbiamo fatto delle selezioni, abbiamo organizzato degli incontri, contattato degli esperti che ci venivano segnalati. Il primo a salire a bordo è stato Luigi Ballerini. Lui è stato il primo a credere nella bontà della nostra idea. Dopo aver sviluppato l’idea e aver realizzato la App gratuita e il sito internet ci siamo accorti che il progetto piaceva e aveva ricevuto molti consensi, a quel punto abbiamo capito che dovevamo fare un passo avanti e allora ci siamo messi nuovamente in azione e abbiamo cercato chi potesse coadiuvarci nella produzione di una Serie completa e chi potesse venderla in tutto il mondo.  

L.I. Come e quando è avvenuto l’incontro con Mondo TV?  

L.L. A volte i colpi di fulmine esistono anche per le collaborazioni lavorative, tra noi e Mondo TV, soprattutto con Valentina e Micheline, c’è stata sintonia sin dal primo incontro. Noi abbiamo capito che loro potevano essere il socio perfetto per i MeteoHeroes e loro contemporaneamente se ne sono innamorate al punto che la riunione, organizzata solo per la distribuzione internazionale, alla fine si è spostata sulla coproduzione della Serie televisiva. Evidentemente c’era una forte affinità, confermata da questi primi mesi di collaborazione.  

L.I. Qual è l’obiettivo che vi augurate di raggiungere con MeteoHeroes?

L.L. Come ho detto prima, il nostro obiettivo è raggiungere le nuove generazioni per creare un’educazione civica verso la tutela dell’ambiente e la lotta all’inquinamento. L’obiettivo è quello di far divertire ed emozionare i bambini ma al tempo stesso far penetrare l’idea che aiutare il Pianeta e aiutare la Natura sia qualcosa di giusto e normale. Un’educazione civica pro ambiente che purtroppo manca a livello globale e che invece è diventata fondamentale se non vorremo continuare questa folle corsa verso l’inquinamento asfissiante del posto in cui viviamo. Nei prossimi anni sarà sempre più cruciale la salvaguardia dell’ambiente e tramite i MeteoHeroes vogliamo dare un contributo importante per coinvolgere chi dovrà crescere sulla Terra nei prossimi decenni.   

 

ValentinaLaMacchia
Valentina La Macchia

L.I. Da alcuni anni Mondo TV è impegnata a produrre progetti di animazione sempre più ambiziosi mantenendo, come sempre, il focus sulla distribuzione internazionale. Cosa vi ha portato a diventare co-produttori di MeteoHeroes? Come si colloca il progetto nel vostro portfolio?

Valentina La Macchia: Negli ultimi anni siamo diventati sempre più selettivi nella scelta dei progetti su cui investire, decidendo di puntare esclusivamente su contenuti di qualità, originali, innovativi e con una forte inclinazione al licensing. MeteoHeroes è l’espressione massima di questo perfetto mix di ingredienti e da subito, quando Luigi ci ha aperto le porte del Centro Epson dove è nata questa bellissima storia che presto racconteremo con un cartone animato, ne abbiamo compreso le potenzialità, consapevoli di offrire al mercato qualcosa di nuovo. Oggi ci troviamo a lavorare in un’industria sempre più affollata di licenze e differenziarsi è fondamentale. Da tempo eravamo alla ricerca di un contenuto capace di trattare in maniera semplice e divertente un tema di grande attualità come il global warming. Le nuove generazioni sono il nostro futuro e noi, che con i nostri progetti arriviamo nelle case dei bambini di tutto il mondo, abbiamo una responsabilità e anche una missione di cui tenere conto.

L.I. Quali sono i punti di forza di questo progetto?

V.L.M. In primo luogo, come ho già detto, la capacità di affrontare con lo sguardo e il sorriso dei bambini una tematica molto importante e di grande attualità. Un altro punto di forza è l’inclusione e la diversità: i personaggi sono infatti l’espressione di un contesto multietnico e fanno percepire ai bambini che esistono colori di pelle e caratteristiche fisiche differenti, veicolando la varietà come ricchezza. Per questa ragione ci piace pensare che ogni piccolo fan dei MeteoHeroes, in ogni parte del pianeta, troverà il proprio beniamino in cui identificarsi anche perché i sei protagonisti, sono appunto dei bambini. Ognuno di loro ha dei poteri caratteristici, un costume e dei gadget indispensabili per quando vanno in missione. La call to action con il merchandising è dunque un altro aspetto che rappresenta la forza di questo progetto, garantendo degli spunti interessanti per lo sviluppo di prodotti su licenza.

L.I. Nelle prossime settimane inizierete a presentare il progetto MeteoHeroes nell’ambito di tutti gli appuntamenti fieristici nazionali e internazionali. Che tipo di accoglienza vi aspettate da parte dei potenziali broadcaster e licenziatari?

V.L.M. Siamo curiosi di scoprire quale sarà l’accoglienza riservata alla nuova serie nei prossimi mercati, ma non possiamo che avere grandi aspettative. Siamo certi che l’entusiasmo che ha travolto noi, quando ci hanno presentato i MeteoHeroes, sarà contagioso e ci sarà un grande interesse da parte dei buyer e dei licenziatari per questa serie. Di recente abbiamo già avviato alcune importanti conversazioni che ci stanno dando ragione, sembra proprio che l’industria dell’Entertainment stesse aspettando un prodotto come questo.

L.I. MeteoHeroes affronta tematiche ambientali di grandissima attualità. Si tratta della prima serie animata a livello internazionale che affronta in modo mirato il tema dei cambiamenti climatici. Pensate di impostare una strategia licensing che faccia leva su questo aspetto? Che tipologia di licenziatari pensate di contattare?

V.L.M. Confermo che per noi MeteoHeroes rappresenterà anche una sfida verso un nuovo modo di fare licensing. Uno degli obiettivi che ci siamo prefissati è di portare on board aziende che come noi sono sensibili a certi temi e che abbiano voglia di sviluppare prodotti alternativi, magari realizzati con materiali ecosostenibili, senza perdere di vista il nostro target. Con un contenuto di questo tipo le opportunità sono infinite e faremo anche importanti investimenti marketing per promuovere la serie e i suoi valori, creando sinergie fra licenziatari e non solo.