Creazione di contenuti per bambini: la miniera d’oro del 2022

  • Più del 40% del totale dei nuovi utenti Internet a livello globale sono bambini (fonte PwC con dati del 2018);
  • 66 milioni di utenti Internet in India sono bambini di età compresa tra 5 e 11 anni (dati del 2019);
  • l’80% dei genitori statunitensi afferma che il proprio figlio di età compresa tra 5 e 11 anni utilizza o interagisce con un tablet (2020 Pew Research Center);
  • il 90% dei bambini inglesi di età compresa tra 5 e 15 anni guarda contenuti video on-demand (2021 fonte Ofcom)

Fin qui i dati statistici, ci sono poi delle considerazioni più di carattere qualitativo, 4 in particolare:

  • Quasi tutti i bambini a scuola oggi hanno genitori Millenial e alcuni di GenZ. Avendo avuto l’imbarazzo della scelta con budget straordinari durante la loro giovinezza, non si aspetteranno niente di meno quando decideranno cosa regalare ai loro figli, che sono la generazione più tecnologica di sempre. La più grande differenza tra un genitore boomer e uno millenial è che, mentre il primo era più confident con i media tradizionali, il secondo passa le giornate in riunione su Zoom, ascolta podcast di notizie la sera e si guarda serie TV prima di andare a dormire, la tecnologia per loro è un male necessario. Bisogna inoltre considerare che la pandemia ha colpito in primis il tempo di gioco dei bambini dando origine, per forza di cose, a più tempo sullo schermo. Anche chi era riluttante ha iniziato a cercare attivamente online contenuti per bambini per tenerli occupati.
  • I bambini di questa generazione ascoltano storie su creature mitiche e racconti popolari da podcast e audiolibri più dei loro nonni e non è necessariamente una cosa negativa. I genitori possono scegliere tra migliaia di audio e questo è un trend positivo per chi preferisce che i bambini interagiscano con contenuti senza schermo. Spotify Kids ha aperto l’anno scorso. Calm Kids per il 2022 ha narrazioni audio di Pink, Maya Rudolph e Diane Keaton e le storie del sonno della buonanotte con Peppa Pig, Kung Fu Panda e Minions.
  • Sul fronte video e streaming si stanno muovendo tutti da BBC a Discovery alla Marvel. Netflix è arrivato persino ad avviare una divisione di gioco con Oculus. Negli ultimi due anni in molti stanno lavorando sull’aspetto educativo dei contenuti per bambini: scienza, matematica e quiz, ma anche programmazione, matematica e arte. La spesa totale per la pubblicità digitale sui bambini è cresciuta da $ 600 milioni nel 2016 a oltre 1.685 milioni USD nel 2021.
  • Abbonamenti in famiglia: il tema che in tanti stanno affrontando è quanto sia ancora sostenibile per le famiglie pagare più abbonamenti mensili per avere contenuti audio e televisivi. Realisticamente un budget famigliare non può comprenderne più di 4 che corrispondono più o meno al budget famigliare per luce e gas. In diversi paesi si stanno studiando dei pacchetti. In Italia il pacchetto Sky + Netflix costa 19,90 euro al mese invece dei normali 30 euro. Per le famiglie con figli sono soluzioni indispensabili.

(Tratto da un articolo di Entrepreneur Europe. Articolo completo a questo link http://entm.ag/krfjIK)

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di Licensing International iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter