NPD, il mercato globale del giocattolo in crescita del 2%

Nei 12 mercati globali monitorati da The NPD Group, le vendite dell’industria del giocattolo sono aumentate del 2%, raggiungendo i 36,7 miliardi di dollari per l’anno fino a settembre 2022 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. I ricavi delle vendite sono aumentati del 30% rispetto ai 28,3 miliardi di dollari generati nel 2019 prima della pandemia.

Secondo il Retail Tracking Service di NPD, che riporta le vendite di giocattoli in Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Italia, Messico, Paesi Bassi, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti (ma non in Cina), le vendite sono aumentate in sette Paesi, ma sono diminuite del 2% in Francia, del 5% in Germania e Regno Unito e del 7% in Belgio. I ricavi delle vendite di giocattoli in Brasile sono aumentati del 23% e in Messico del 13%, seguiti da Spagna, Canada, Stati Uniti, Italia e Australia.

Il volume complessivo delle vendite unitarie è diminuito del 4% per l’anno in corso, con una ripresa dei volumi a settembre negli Stati Uniti, in Spagna e in Australia. “Tre quarti della crescita delle unità di vendita di giocattoli nel mese di settembre provengono dal Brasile e dal Messico, dove le vendite del merchandising Panini della Coppa del Mondo 2022 hanno avuto un impatto straordinario“, ha dichiarato Frédérique Tutt, analista globale del settore giocattoli di NPD. “Il calendario dei Mondiali di calcio potrebbe influenzare alcuni mercati in vista delle festività natalizie di quest’anno“.

Delle 11 supercategorie di giocattoli monitorate da NPD, sei hanno registrato un aumento delle vendite rispetto al 2021. I peluche hanno registrato la crescita maggiore, con un aumento del 32%, seguiti da action figure e accessori al 12%, giocattoli esplorativi e altri giocattoli al 10% e set di costruzioni al 5%. I giocattoli sportivi e outdoor e le bambole hanno registrato i maggiori cali di vendita, rispettivamente del 7% e dell’8%.

Le tre sottoclassi che hanno registrato la crescita più rapida nell’ultimo anno sono state le non-strategic cards and stickers, seguite dai peluche tradizionali e dalle action figure collezionabili. La crescita di tutte e tre le tre sottoclassi è stata trainata dai bambini e dai collezionisti adulti. La sottoclasse più in calo, quella dei pattini e degli skateboard, è scesa del 30% rispetto all’anno scorso.

Se si considerano le cinque property giocattoli più vendute quest’anno fino a settembre, Pokémon Ã¨ stata la più venduta, seguita da da Star WarsBarbieMarvel Universe e Hot Wheels. Le licenze continuano a guidare la crescita delle vendite a livello globale con il 29,8% del fatturato in dollari, in crescita del 2% rispetto all’anno precedente e del 5% rispetto al 2019.

Fonte: www.e-duesse.it e NPD Group

✖
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di Licensing International iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter