Topo Gigio: al via in autunno su Rai YoYo una nuova serie animata

  • Mercoledì 8 aprile su RaiPlay e RaiPlay YoYo hanno debuttato in anteprima i primi 13 episodi della nuova serie animata dedicata a Topo Gigio

di Giulia Rastelli 

La nuova serie, prodotta dalla Topo Gigio S.r.l. è stata interamente e orgogliosamente realizzata in Italia da Movimenti Production in collaborazione con Rai Ragazzi, nello standard di animazione HD 2D ed è composta da 52 episodi da 11 minuti. A partire dal prossimo autunno sarà trasmessa in Italia su Rai YoYo.

È l’ultimo progetto a cui si è dedicata con grande entusiasmo Maria Perego, mancata a 95 anni lo scorso novembre, che ha partecipato direttamente all’ideazione, alla supervisione e alla scrittura di alcuni degli episodi della serie.

Maria Perego ideò insieme al marito Federico Caldura il personaggio di Topo Gigio tra il 1959 e il 1960 e da allora, dai primi anni in cui era testimonial dei Pavesini al Carosello, il pupazzo e il suo «Ma cosa mi dici mai?!» sono diventati un successo internazionale.

Nella sua lunga carriera Topo Gigio ha infatti fatto il giro del mondo, ospite dei più grandi show dagli Stati Uniti al Giappone e ha duettato con Ed Sullivan, Louis Armstrong, Hugo Pratt, Michael Jackson, Lucio Dalla, John Wayne, tutti sinceri ammiratori di un personaggio come Topo Gigio – “sempre in bilico tra la fantasia e la realtà” – come amava definirlo Maria Perego.

M. Perego-A.Rossi

Licensing Italia ha intervistato Alessandro Rossi, amministratore della Topo Gigio srl, che ha collaborato con Maria Perego per oltre 30 anni e oggi ne ha raccolto il testimone.

Licensing Italia: Lei definisce Maria Perego una persona straordinaria, come è iniziata la vostra collaborazione?

Alessandro Rossi: Ho conosciuto la signora Perego quando avevo 22 anni, ero giovanissimo! Ero stato invitato a casa sua a cena insieme ad altre persone e, alla fine della serata, mi ha detto che le avevo fatto una buona impressione nonostante la mia giovane età e mi ha chiesto se avessi voglia di iniziare a lavorare con lei. Ho ovviamente accettato subito la sua proposta ed è iniziata così la nostra collaborazione, professionale e umana, che è durata oltre trent’anni. In qualsiasi parte del mondo fossimo, ogni giorno tra le 19:00 e le 21:00 ci sentivamo lungamente al telefono.  Era una persona con un’enorme carica di energia, acuta osservatrice e una perfezionista quasi maniacale. Oggi, per diretta volontà della signora Perego, ho raccolto il suo testimone e mi sento davvero molto onorato di poter portare avanti il suo lavoro

L.I.: Oggi, dopo la scomparsa di Maria Perego, la Topo Gigio srl quali obiettivi si prefigge?

A.R.: Premetto innanzitutto che continuerò a gestire la Topo Gigio srl in assoluta continuità con le idee e i principi che ho sempre condiviso con la signora Perego. L’obiettivo della Topo Gigio srl è principalmente quello di continuare ad arricchire di nuove storie e nuovi contenuti il personaggio di Topo Gigio e di farlo conoscere sempre di più alle nuove generazioni. Ho coinvolto in questo progetto alcuni professionisti, che sono anche e prima di tutto degli amici, perché è importante avere una squadra che condivide con me lo stesso coinvolgimento per il personaggio. Ad esempio, Francesco Mozzetti, con il quale ho vissuto per un lungo periodo una grande esperienza formativa e professionale in Mediaset, gestirà le vendite internazionali della serie TV. 

L.I.: Quando e come è nata l’idea di realizzare l’attuale serie animata dedicata a Topo Gigio?

A.R.: È nata circa quattro anni fa da un’idea della signora Perego perché sentiva l’esigenza di dare una dimensione più viva e attuale a Topo Gigio. In effetti l’animazione consente uno sviluppo narrativo più articolato oltre che libertà di movimento uniche per il personaggio. A Francesco Mozzetti debbo anche l’incontro con Giorgio Scorza di Movimenti Production, straordinario professionista, e tutti insieme abbiamo deciso, senza indugio, di dare il via alla produzione.

Sono davvero grato e mi sento di ringraziare il Dott. Luca Milano, direttore di Rai Ragazzi e responsabile della Direzione Kids, per aver così ben accolto Gigio e da subito creduto nel nostro progetto. 

Nel 1988 avevamo già lavorato su una serie di animazione – una co-produzione tra la Topo Gigio srl e la  Nippon Animation. La serie si chiamava Topo Gigio is back (Bentornato Topo Gigio in Italia) ed era composta da 34 episodi da 30 minuti l’uno. Mediaset l’ha mandata in onda, a partire dall’inizio degli anni ‘90, dal primo all’ultimo episodio per ben dieci volte consecutive, con una media del 30/40% di share!

L.I.: Quali sono le caratteristiche che rendono, a Suo avviso, Topo Gigio un personaggio ancora di grande attualità per i bambini di oggi?

A.R.: Topo Gigio è un personaggio che è sempre stato portatore di buoni principi. A mio avviso le caratteristiche che lo rendono un personaggio così amato sono la dolcezza, l’ironia… è un pasticcione, disincantato ma anche un po’ furbetto! È un personaggio che risveglia la fanciullezza negli adulti.  

L.I.: Sappiamo che Topo Gigio ha molti followers sui social, ci può dare qualche numero?

A.R.: Assolutamente sì! Topo Gigio ha un’enorme popolarità sui social, abbiamo dei dati aggiornati alla settimana scorsa: oltre 464 milioni di click su YouTube, per la precisione sono 464.841.358 e 5 milioni di fan sulla pagina Facebook, sono cifre davvero incredibili e siamo molto contenti e fieri di questi risultati.

Ci sono alcuni artisti che raggiunto un milione di follower su Facebook hanno organizzato una festa ed una conferenza stampa per comunicarlo…

L.I.: Dopo l’esordio al MIPCOM 2019, quali sono stati gli sviluppi del progetto in termini di collaborazioni? Sappiamo di un vostro accordo con Lacey Entertainment, avete chiuso altri accordi di distribuzione?

A.R.: Come dicevo, Francesco Mozzetti si sta occupando della distribuzione internazionale della serie TV ed è già in trattative per i territori della Spagna, Portogallo e Francia. In Italia la serie TV sarà trasmessa da Rai YoYo in autunno. Con Lacey Entertainment, operatore di grande livello per i programmi per ragazzi (basti pensare che è stato lui a portare i Pokémon negli Stati Uniti), abbiamo chiuso un accordo per la distribuzione in US e territori di lingua inglese.

Abbiamo grandi aspettative anche per LATAM. In quei mercati Topo Gigio è super-amato e super-famoso e veramente presente nel tessuto sociale grazie al fatto che la signora Perego ha passato trent’anni della sua vita a fare spettacoli nelle più importanti televisioni latino americane.

L.I.: Avete assegnato in Italia la gestione del licensing della serie a CPLG e avete già chiuso alcuni importanti accordi di licenza, quali sono i vostri obiettivi sul fronte licensing per il 2021?

A.R.: Esatto, abbiamo assegnato la gestione per l’Italia del licensing della serie a CPLG, che davvero sono bravissimi! Pensate che abbiamo già firmato diversi accordi di licenza: Giochi Preziosi per il Toys in Europa, Feltrinelli per il Publishing, Motta e Bauli per i prodotti dolciari seasonal e Clementoni per puzzle e giochi in scatola. 

Un altro accordo molto interessante è quello con Alberta Ferretti per una capsule collection abbigliamento e accessori, non prettamente legata alla serie TV, ma a Topo Gigio Classico. Questo progetto era rivolto in maniera particolare al mercato asiatico in quanto, in Cina, il 2020 è l’anno del topo, ma purtroppo la pandemia ha un po’ bloccato tutto.

Abbiamo comunque molte richieste e il nostro obiettivo è quello di ampliare sempre di più il numero di licenziatari, senza dimenticare però la qualità.

L.I.: Oltre all’Italia, quali saranno i principali mercati su cui pensate di sviluppare attività di licensing?

A.R.: Europa, Sudamerica e Giappone sono senza dubbio i mercati leader di Topo Gigio e saranno pertanto i territori sui quali punteremo maggiormente le nostre attività licensing e merchandising.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di LIMA (The International Licensing Industry Merchandisers’ Association) iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter