Godzilla, un brand di successo da più di sessant’anni: intervista a Keiji Ota

Godzilla, Il Re dei Mostri tornerà sul grande schermo a Maggio 2019.

di Maura Rastelli

Ota Keiji
Keiji Ota

Godzilla è uno dei mostri più famosi del mondo, protagonista da più di sessant’anni di romanzi, fumetti, videogiochi, serie televisive e ventinove film prodotti dalla casa cinematografica giapponese Toho. Il film in uscita nel 2019, prodotto da Legendary Pictures e Warner Bros., sarà il primo dei sequel dell’ultimo film uscito nel 2014.

Partito dal Giappone, il successo licensing della franchise si sta espandendo in maniera consistente in tutto il mondo: a tal proposito, Licensing Italia ha intervistato in esclusiva Keiji Ota, Chief Godzilla Officer di Toho.

L.I. Ci può spiegare quali sono i valori più importanti e l’appeal di Godzilla? Quali sono stati gli elementi chiave del suo duraturo successo?

Keiji Ota: Il maggiore punto di forza di Godzilla è la popolarità dei personaggi, rafforzatasi globalmente attraverso i 64 anni di storia. Inoltre, ogni film di Godzilla ha comportato un elemento di sorpresa: in questi anni ci siamo resi conto che non dobbiamo avere paura dei cambiamenti e delle evoluzioni, piuttosto, queste sono le chiavi per raggiungere un successo a lungo termine.

L.I. Quando avete iniziato a sviluppare il programma licensing di Godzilla?

K.O.: In Giappone, Toho ha iniziato l’attività di licensing sin dal primo film di Godzilla nel 1954. Tuttavia, “Godzilla 2014” è stato un punto di svolta dal momento che Toho ha inaugurato per la property una strategia integrata e un meeting interfunzionale che si svolge regolarmente denominato “Godzilla Strategic Conference”: grazie a queste iniziative cerchiamo di mantenere inalterato il messaggio del brand in tutte le attività, incluso il licensing. Per quanto riguarda il licensing internazionale, Toho ha elaborato una vera e propria strategia e ha iniziato a gestire i diritti di merchandising della franchise con Legendary Pictures nel 2018.

L.I. Quali sono le vostre linee guida per lo sviluppo della strategia di licensing?

K.O.: Vogliamo che tutti amino Godzilla. Questo è il fulcro della nostra attività, come ho accennato prima, integrata.

È necessario un approccio personalizzato per ogni territorio geografico e per ogni fascia di età, e stiamo cercando di ottenerlo con la creazione di diverse iniziative audiovisive. Ad esempio, la Godzilla Exhibition tenutasi a Taiwan quest’estate è stata uno dei nostri grandi successi, in quanto ha coinvolto, oltre ai fan, famiglie e bambini. Il numero di visitatori è stato di oltre 64.000 persone in 10 settimane.

L.I. Quali sono le categorie di prodotti a cui siete più interessati?

K.O.: Oltre alle categorie tipicamente adatte alle licenze Entertainment and Character, come Apparel, Toy, Stationery, Home Decor, stiamo anche esplorando i settori del licensing esperienziale, come i Parchi a Tema e gli Eventi Espositivi.

L.I. Quali sono i mercati principali per le attività di licensing? Cosa ci può dire della vostra presenza sul mercato italiano?

K.O.: Grazie ad un brand dalla forte awarness e ad una serie di film in uscita nei prossimi anni, perseguiamo l’obiettivo di essere attivi in ​​tutti i mercati del mondo. L’Italia è per noi un mercato dall’alto potenziale: stiamo infatti ricevendo feedback positivi da tutti i nostri partner italiani.

La franchise Godzilla è gestita in Italia da Funwood Media che ha recentemente annunciato una nuova partnership con l’azienda dolciaria Walcor: in occasione dell’uscita nelle sale del film Godzilla: King of the monsters , Walcor svilupperà la licenza proponendo le Uova di cioccolato per la Pasqua 2019.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di Licensing International iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter