Licensing Expo Japan 2019: intervista a Christopher Eve e David Buckley

Licensing Expo Japan 2019 (LEJ 2019) si svolgerà dal 3 al 6 settembre a Tokyo presso il Tokyo Big Sight

Licensing Italia, ufficio di rappresentanza in Italia di Licensing International, ha intervistato Christopher Eve, Managing Director di Licensing Expo Japan per Global Licensing Group, e David Buckley, Chairman, Board of Directors di Licensing International Japan e President of Copyrights Asia Ltd.

di Maura Rastelli

L’evento è organizzato da Global Licensing Group in collaborazione con l’associazione Licensing International (precedentemente nota come LIMA).

Christopher Eve

L.I. Quali sono le novità più importanti di Licensing Expo Japan 2019?

Christopher Eve: Licensing Expo Japan quest’anno prevede un’edizione molto più ampia in quanto si terrà in contemporanea con la più importante fiera in Giappone di merchandising e vendita al dettaglio, il Tokyo International Gift Show. Saranno così uniti i due eventi chiave per l’industria del licensing in Giappone, che riceveranno  il supporto di tutte le principali associazioni di settore.

L.I. Quali sono gli obiettivi principali di quest’anno?

C.E.: Il nostro obiettivo è dar vita ad un evento completamente dedicato al settore del licensing in Giappone. In questo periodo infatti la brand awareness in Giappone è ai massimi livelli. La nazione si prepara inoltre ad ospitare una serie di importanti eventi internazionali, ad esempio la Rugby World Cup 2019, le Olimpiadi di Tokyo del 2020 e l’Expo Mondiale di Osaka nel 2025. Le Olimpiadi di Tokyo hanno già generato più di 3 miliardi USD di entrate per sponsorizzazioni, tre volte più di qualsiasi altro evento sportivo in passato. Ciò ha contribuito a dare un forte sviluppo al mondo del licensing e del branding: prevediamo quindi che il Licensing Expo Japan sarà quest’anno particolarmente vivace.

L.I. Ci può spiegare quali sono le caratteristiche più importanti del mondo del licensing in Giappone? 

David Buckley
David Buckley

David Buckley: Innanzitutto il licensing in Giappone richiede una cooperazione molto stretta tra Licensor, Licensee e Retailer. Licensor e Licensee lavorano a stretto contatto nello sviluppo di un gran numero di progetti. 

Inoltre, non è rara la collaborazione tra Licenzianti. Allo stesso modo, non sono rari i progetti di collaborazione in cui più di un brand o di un character appaiono sullo stesso prodotto. Anche i disegni ‘Homage’ – personaggi ridisegnati da artisti diversi dall’artista originale – sono molto diffusi.

Infine, una caratteristica tipica del mercato Giapponese è che, per molte categorie, i prodotti concessi su licenza sono spesso tenuti a scaffale solo per poche settimane anziché per un’intera stagione di vendita: i consumatori giapponesi infatti si aspettano di vedere nuovi prodotti ogni volta che entrano in un negozio. 

L.I. Quali categorie sono oggi particolarmente attive nel settore del licensing in Giappone?

D. B.: prima di tutto il Fashion, poi le categorie Food & Beverage e Promotion. In generale piace qualsiasi oggetto “unico” o “personalizzato” in quanto i consumatori giapponesi desiderano distinguersi possedendo o indossando prodotti diversi da quelli degli ‘altri’.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di LIMA (The International Licensing Industry Merchandisers’ Association) iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter