Dati ISTAT sui musei

Nel 2018, il 31,7 per cento circa delle persone di 6 anni e più ha dichiarato di aver visitato un museo o di essersi recato ad una mostra negli ultimi 12 mesi; una quota inferiore (il 27,4 per cento) ha visitato un sito archeologico o un monumento (Figura 10.2).

Dati Istat 10.2_2018

I più giovani mediamente sono tra i fruitori più numerosi del patrimonio museale, archeologico e artistico. I ragazzi di 11-14 anni e quelli di 18-19 anni più frequentemente, almeno una volta l’anno, hanno visitato musei o mostre (rispettivamente il 53,5 e il 50,0 per cento rispetto al 24,6 per cento dei 65-74enni) e siti archeologici o monumenti (circa il 41 per cento dei ragazzi tra gli 11-14 anni e il 36,1 per cento dei 18-19enni, a fronte del 21,8 per cento dei 65-74enni).

Le differenze di genere sono presenti e si articolano per classi di età: sono maggiori tra i giovani di 18-24 anni, tra questi le donne sono più propense degli uomini a visitare musei o mostre (il 50,0 per cento contro il 38,6 per cento degli uomini) e siti archeologici (37,2 per cento contro il 30,5 per cento degli uomini) nel tempo libero.

Oltre i 60 anni il rapporto si rovescia: tra i 65-74enni, gli uomini che fruiscono di tali attività culturali rappresentano rispettivamente il 26,0 (musei e mostre) e il 24,8 (monumenti) per cento, contro il 23,4 e il 19,3 per cento delle donne.

Oltre i tre quarti di chi si reca ad un museo/mostra o sito archeologico/monumento, lo fa al massimo per tre volte nell’arco dell’anno (Figura 10.3).

I ragazzi, pur essendo i maggiori fruitori di mostre e visite a musei, non sono tra i frequentatori più assidui: soltanto il 6 per cento circa degli 11-19enni dichiara di visitare un museo/mostra per più di 6 volte l’anno, contro l’11 per cento circa degli ultrasessantenni (la quota sale a quasi il 12 per cento se si considerano solo gli adulti tra i 65 e 74 anni). Anche tra i visitatori di siti archeologici e monumenti, i frequentatori “forti” sono rappresentati prevalentemente dai più anziani (60 anni e oltre), ma con divari meno marcati rispetto ai ragazzi di 11-19 anni (il 9,5 per cento ha svolto questa attività oltre 6 volte nell’anno rispetto all’8 per cento circa degli 11-19enni).

Dati Istat 10.3_2018

Nel 2020, il 27,3 per cento delle persone di 6 anni e più ha dichiarato di aver visitato un museo o di essersi recato a una mostra negli ultimi 12 mesi e il 25,3 per cento di aver visitato un sito archeologico o un monumento (Figura 10.2).

Dati Istat 10.2_2019

I più giovani mediamente sono tra i fruitori più numerosi del patrimonio museale, archeologico e artistico. Fino ai 34 anni le percentuali di chi è andato almeno una volta a un museo o ha visitato un sito archeologico sono di gran lunga superiori ai valori medi. I ragazzi di 11-17 anni sono andati a musei o mostre in proporzione maggiore rispetto ai 65-74enni (rispettivamente il 40,3 e il 20,8 per cento), così come si sono recati maggiormente a visitare siti archeologici o monumenti (il 30,9 contro il 19,8 per cento).

Tuttavia, proprio in questa fascia di età le percentuali di partecipazione sono calate drasticamente rispetto all’anno precedente (erano rispettivamente il 52,3 e il 39 per cento circa nel 2019).

In generale rispetto al 2019 le flessioni maggiori per queste attività si osservano tra i bambini e i ragazzi di 6-17 anni, che, verosimilmente, non frequentando la scuola a causa delle restrizioni dovute alla pandemia hanno visto ridursi le opportunità di partecipazione ad attività culturali.

Se si considerano le diverse classi di età, si evidenziano differenze di genere più elevate a favore delle donne tra i giovani di 18-24 anni: il 45,4 per cento delle donne è stata a un museo o a una mostra, contro il 32,4 per cento degli uomini, e il 36,5 per cento ha visitato siti archeologici rispetto al 26,3 per cento degli uomini.

Oltre i 64 anni, anche se di poco, il rapporto si rovescia: gli uomini che fruiscono di tali attività culturali rappresentano rispettivamente il 15,8 (musei e mostre) e il 15,6 (monumenti) per cento, contro 13,7 e il 12,0 per cento delle donne. Oltre il 70 per cento di chi si reca a un museo/mostra o sito archeologico/monumento, lo fa al massimo per tre volte nell’arco dell’anno (Figura 10.3).

Dati Istat 10.3_2019

La quota dei frequentatori “forti” (più di 6 volte nel corso dell’anno), invece, oscilla tra il 7 e l’8 per cento circa. Per quanto riguarda la fruizione di musei e mostre, la quota più elevata di fruitori “forti” si riscontra tra i 18-19enni (10,0 per cento) e tra le persone di 65 anni o più (all’incirca il 9 per cento). Tra i visitatori di siti archeologici e monumenti, i frequentatori più assidui sono soprattutto i giovani tra i 18 e i 34 anni, in particolare i 20-24enni (12,4 per cento). A livello territoriale i residenti nel Centro-nord presentano una maggiore propensione a visitare i musei o i siti archeologici: rispettivamente il 31,7 e il 28,6 per cento contro il 19 per cento circa degli abitanti del Mezzogiorno che hanno visitato rispettivamente musei o mostre e siti archeologici o monumenti. Se la Provincia autonoma di Trento è la regione con la quota più elevata di persone di sei anni e più che si dedicano a tali attività culturali, la Calabria, la Puglia, la Sicilia e la Basilicata, al contrario, si distinguono per le quote più basse (Tavola 10.2).

Tra i residenti nelle regioni del Mezzogiorno la percentuale di fruitori di musei, mostre, siti archeologici e monumenti è sempre al di sotto della media nazionale, a eccezione dei residenti in Sardegna che presentano valori superiori alla media nazionale per le visite a siti archeologici e monumenti: il 27,1 per cento circa della popolazione residente.

L’abitudine ad andare al museo, alle mostre o a visitare siti archeologici e monumenti almeno una volta all’anno è più diffusa tra gli abitanti dei comuni centro delle aree metropolitane (il 37,6 e il 32,9 per cento della popolazione di 6 anni e più), al contrario i valori più bassi si registrano tra i residenti dei piccoli centri (fino a duemila abitanti: rispettivamente il 20,9 e il 19,7 per cento della popolazione di 6 anni e più).

✖
Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di Licensing International iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter