Stef&Phere: intervista agli youtuber del canale Two Players One Console

Stef&Phere: i loro nomi veri sono Stefano e Veronica, una giovane coppia di youtuber, specializzati nei videogames.

Nel 2016 decidono di fondare un proprio canale su YouTube, Two Players One Console, che oggi è il terzo canale in Italia più seguito per visualizzazioni uniche mensili ed il secondo nel gaming. Nel 2020 entrano con successo nel mondo del licensing e per il futuro hanno già pronti tanti importanti progetti.

Licensing Italia li ha intervistati. 

di Maura Rastelli 

TwoPlayersOneConsole

Licensing Italia: Quando e come sono nati i Two Players One Console?

TPOC: Il primo febbraio 2016 abbiamo pubblicato il nostro primo video su Youtube, avevamo già provato precedentemente con un altro canale Youtube, ma non eravamo soddisfatti della qualità e per questo motivo abbiamo preferito ripartire da zero. L’idea al tempo era semplicemente quella di condividere i nostri gameplay, spesso di coppia, nella piattaforma, in modo spontaneo e semplice. Da lì è nato tutto e ancora oggi il pubblico apprezza molto la nostra spontaneità. Oggi possiamo dire che da più di due anni siamo il terzo canale in Italia più seguito per visualizzazioni uniche mensili ed il secondo nel gaming. Abbiamo un totale di 2,2 miliardi di visualizzazioni su Two Player One Console, 845 milioni di visualizzazioni su TPOC Plays e 350 milioni di visualizzazioni su Stef&Phere per un totale di quasi 3 miliardi e mezzo di visualizzazioni in cinque anni. I nostri tre canali sono family friendly e sono riconosciuti da aziende e genitori per serietà e professionalità.

L.I. A quale target vi rivolgete?

TPOC: È difficile determinare il target esatto al quale ci rivolgiamo, proprio per questo cerchiamo sempre di essere molto lineari e puliti nel linguaggio, perché non possiamo sapere se il video lo sta guardando un ragazzo di 16 anni o un bambino di 6. In generale pensiamo che il nostro target principale sia 9-12 anni ma con 3.5 milioni di spettatori unici nel canale, è evidente che il pubblico sia suddiviso in diverse fasce d’età.
 
L.I. Quali sono i vostri brand?

TPOC: I nostri brand ad oggi sono Two Players One Console, dove prevalentemente ci focalizziamo sull’intrattenimento attraverso il gameplay di tanti videogiochi diversi, con una comicità ed un editing più focalizzati sugli adolescenti. Su TPOC creiamo delle vere e proprie avventure uniche su Minecraft, con il nostro team di costruttori e modder siamo in grado di creare delle avventure e delle storie uniche al mondo. Infine su Stef & Phere mostriamo un po’ di noi al di fuori dei videogiochi, è un piccolo angolo che ci siamo ritagliati per essere più vicini a chi ci segue. 

L.I. Quando avete iniziato a sviluppare progetti di licenza?

TPOC: Siamo entrati nel mondo dei licensing grazie al grande successo del nostro primo libro (Timeport): il primo prodotto in licenza è stato l’album di figurine prodotto in collaborazione con Sbabam. Purtroppo il lancio è avvenuto durante il primo lockdown del 2020, ma, nonostante ciò, il progetto è andato molto bene: sono stati venduti circa 1.300.000 di pacchetti di figurine.

L.I. Gestite direttamente i programmi di licenza dei vostri brand o attraverso un agente?

TPOC: Ad oggi abbiamo gestito direttamente i programmi di licenza del nostro brand, per noi è molto importante avere un bel rapporto con l’azienda con la quale lavoriamo, per trovare assieme il modo migliore di creare un prodotto che soddisfi al 100% le persone che ci seguono.
 
L.I. Ci potete fare qualche esempio di progetti di licensing di cui siete particolarmente soddisfatti?

TPOC: Siamo molto soddisfatti della nostra linea scolastica prodotta da Seven e dell’uovo di Pasqua, novità di quest’anno prodotta da Dolci Preziosi. In edicola abbiamo dei bellissimi progetti per il futuro e siamo sicuri che verranno apprezzati da chi ci segue.

UOVO_TwoPlayersOneConsole

L.I. Un tema molto attuale anche nel settore del licensing è la sostenibilità: qual è la vostra posizione in tal senso? Avete collaborato a qualche progetto in particolare?

Siamo molto vicini al tema della sostenibilità, per quanto ci riguarda nel mondo ci sono tanti problemi da risolvere e tante battaglie sociali da affrontare ma su tutto la cosa più importante è trovare il prima possibile una soluzione per far coesistere l’essere umano e tutte le specie animali, senza più distruggere tutto quello che tocchiamo. Per questo motivo abbiamo scritto un libro dedicato a questo argomento, edito da Magazzini Salani, Il Libro delle meraviglie, nella speranza di sensibilizzare il nostro giovane pubblico sull’argomento, anche se dobbiamo ammettere che, per fortuna, i giovani di oggi sono già molto attenti alle tematiche ambientali.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di LIMA (The International Licensing Industry Merchandisers’ Association) iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter