Il successo di Dragon Ball Super

A poco più di un anno dal lancio della nuova serie Dragon Ball Super e dalla nomina ad agente di Starbright Licensing, Licensing Italia ha intervistato in esclusiva M. Ryuji Kochi, Presidente di Toei Animation Europe e Giada Paterlini, CEO di Starbright Licensing

L.I. Dopo un anno dal lancio di Dragon Ball Super quali sono i principali risultati che avete raggiunto a livello internazionale? 

Kochi: La serie animata Dragon Ball Super è presente su tutti i canali più importanti in Europa, come ad esempio Italia 1 e Boing in Italia, Toonami e NT1 in Francia, Boing in Spagna, Pro7Max in Germania.

L’offerta nell’ambito del settore Toys ha ottenuto ottimi risultati in alcuni paesi come ad esempio la Francia: il giocattolo Dragon Ball Super, sviluppato da Bandai, a Novembre 2017* si è posizionato sempre tra i primi 20 posti per le vendite di action figure. In generale, la domanda di prodotti a partire dal lancio ha continuato ad aumentare, dimostrando un interesse crescente verso il brand, così come un significativo successo del piano comunicazione di Bandai (TV ad, retail tour,…).

*Source : NPD Group – November 2017

L.I. Quali sono le principali novità per il 2018?

Kochi: Il 2018 sarà un anno ricco di novità: verrà lanciato il nuovo videogame Dragon Ball Z, Dragon Ball FighterZ, disponibile a partire dal prossimo 26 Gennaio.

Questo segnerà l’inizio di un anno pieno di festeggiamenti, specialmente in Francia, per celebrare il 30esimo anniversario di Dragon Ball.

Durante l’anno saranno poi annunciati nuovi progetti e collaborazioni in tutti i territori EMEA.

Inoltre, a fine 2018 è prevista l’uscita di un nuovo film di Dragon Ball nelle sale cinematografiche del Giappone: http://www.dbmovie-20th.com/

L.I. Quanti episodi della serie sono già stati prodotti in Giappone? Ne prevedete altri per il 2018?

Kochi: Sono stati prodotti oltre 123 episodi e la produzione sta continuando!

L.I.  Avete novità sul videogame e quali sono i risultati raggiunti a livello globale nel 2017?

Kochi: I risultati raggiunti da Dragon Ball Xenoverse 2 sono stati molto buoni e migliori anche di Dragon Ball Xenoverse 1: ciò dimostra il successo del ritorno di Dragon Ball!

Video Game e altre categorie daranno un ulteriore impulso al brand nel 2018.

L.I. In USA è stata annunciata l’uscita del card game di Dragon Ball Super, quando è previsto il lancio in Europa?

Kochi: La distribuzione del card game di Dragon Ball Super nella versione in inglese ha già avuto inizio in UK grazie all’attività di un’azienda britannica.

Più avanti il gioco verrà distribuito nella maggior parte dei paesi d’Europa.

L.I. In qualità di agenti della property, ci può illustrare la strategia di licensing adottata? 

Giada Paterlini: Abbiamo sviluppato due progetti di licensing in parallelo: uno basato sulla nuova serie Dragon Ball Super, indirizzato ai consumatori più giovani, protagonisti del claim “DA UNA GENERAZIONE ALL’ALTRA” e uno, ispirato alle serie classiche, dedicato al target adulto, comprendente prodotti ad hoc e di tendenza, come, ad esempio, una promozione importante, sviluppata in collaborazione con gli studenti dello IULM e Nestlé Italia.

Gli studenti dello IULM, la prestigiosa Università di Lingue e Comunicazione, sono stati incaricati da Buitoni di identificare l’anime per eccellenza che potesse essere associato ad una nuova referenza food, uscita a settembre 2017 e destinata ai Millennials.

Nessun dubbio nel nominare Dragon Ball Z, serie cult ancora molto presente nell’immaginario collettivo del target adulto e dei ragazzi appassionati di videogame e manga. Per questo target, più selettivo rispetto a quello Kids, sono in arrivo prodotti nuovi ed inediti sul mercato, che integreranno le uscite di manga e videogame già previste.

Tra questi, il lancio, anche in Italia,  di Dragon Ball Fighter Z, il nuovo videogame di Bandai Namco, vincitore di numerosi premi, già menzionato da Kochi.

Un altro elemento molto importante di divulgazione del merchandising sono state le fans communities. Queste, oltre a discutere in tempo reale dei nuovi episodi, hanno contribuito a creare delle vere cacce al tesoro alla ricerca dei prodotti di merchandising in uscita nel 2017. Il fenomeno ci ha fornito spunti interessanti per capire quali prodotti a tema Dragon Ball i fan vorrebbero oggi sul mercato o quali amerebbero ritrovare (prime tra tutte le cards collezionabili). 

L.I. Quali sono gli accordi di licenza siglati nel corso di quest’anno?

G.P. Oltre all’accordo con Giochi Preziosi per le categorie Toys e Back to School, abbiamo raggiunto per Bandai l’accordo con Preziosi Food per molti prodotti food seasonal e snack salati; per la categoria Apparel con Suncity e Apunis, con Panini per i prodotti collezionabili edicola, dai 3D alle figurine, agli activity, coloring e sticker sheets: ma siamo solo all’inizio, considerate le richieste che provengono dal nostro mercato.

L.I. Siete soddisfatti della risposta ricevuta dal mercato?

G.P. Sì, anche se il percorso, per le caratteristiche della licenza stessa, diversa da tutte le altre proposte dal nostro mercato, sin dall’inizio è stato caratterizzato da una visione di lungo termine. Dragon Ball è una saga fantasy meravigliosa, senza età, che spazia dal passato al futuro in maniera fluida. È anche una licenza molto “valoriale”, piena di humour e di sentimenti positivi, con eroi, supereroi e veri cattivi; il tutto in uno stile 2D che si è mantenuto, per scelta, molto coerente nei decenni e che si ripropone oggi più attuale che mai.

Le aziende licenziararie di Dragon Ball sono considerate dei veri e propri partner con cui costruire le basi per il futuro successo del merchandising, in linea con due prodotti core come il manga e videogame.

Toei Animation è un Licensor con cui si dialoga apertamente, sempre disponibile a co-investire con le aziende, con progetti mirati. Non ha volontà speculativa sul marchio, ma è attento a preservarne l’identità e la coerenza: questo atteggiamento si è rivelato uno dei principali motivi di successo.

L.I. Quali novità nel palinsesto TV per il 2018?

G.P. La nuova serie Dragon Ball Super, in onda  su Italia 1, a partire dall’autunno 2016 ha registrato ottimi risultati di share, attestandosi tra 800.000-1.500.000 telespettatori.

L’aspetto però più interessante, rilevato dalle ultime analisi di settore, è che il target, dapprima costituito principalmente da adulti +35 e ragazzi adolescenti, si sta pian piano comprimendo, avvicinandosi alla fascia di riferimento a cui si rivolge il merchandising della serie Super, cioè il bambino 6-9 anni che guarda la serie animata anche su Boing.

Inoltre è stato recentemente annunciato sui canali social di Cartoon Network, l’arrivo della serie Dragon Ball Super su Cartoon Network Italia a partire dal 29 gennaio 2018 alle 20.45.

Si tratta di una preview importante che rafforza ulteriormente il palinsesto televisivo per il 2018.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di Licensing International iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter