Le case cinematografiche costrette a posticipare l’uscita di numerosi film

La pandemia di Coronavirus COVID-19 ha costretto le case cinematografiche a posticipare l’uscita di molti film prevista inizialmente per l’estate 2020

A gennaio, l’industria del Licensing si aspettava grandi vendite di merchandising e campagne promozionali come per Fast & Furious 9, No Time to Die, Top Gun: Maverick, Black Widow, Peter Rabbit 2 e Mulan per citarne solo alcuni.

Ma con i cinema di tutto il mondo chiusi  e senza una data di riapertura precisa, tutte le major hanno preso la decisione di posticipare l’uscita dei film verso la fine dell’anno o, in alcuni casi, nel 2021.

La Universal Pictures ha confermato che renderà disponibili i suoi film in streaming lo stesso giorno delle uscite cinematografiche globali, a partire dal Trolls World Tour di DreamWorks Animation. Il sequel tanto atteso sarà disponibile per lo streaming da venerdì 10 aprile.

L’uscita di Minions: The Rise of Gru è stata posticipata a luglio 2021, a causa della chiusura temporanea dello studio parigino di Illumination.

Universal Pictures ha anche spostato Sing 2 a dicembre 2021, mentre F9 – l’ultima puntata della serie Fast & Furious – è stata posticipata da maggio 2020 ad aprile 2021.

La Sony Pictures, nel frattempo, ha ritardato l’uscita di quasi tutti film al 2021; tra questi: Peter Rabbit 2 – che era già stato spostato una volta da marzo ad agosto 2020 – Morbius, Ghostbusters: Afterlife e l’adattamento del videogioco Marvel Studios, Uncharted.

La  Paramount Pictures ha confermato che Top Gun: Maverick, la cui uscita era prevista per luglio, verrà rimandata a dicembre 2020.

Iscriviti alla nostra Newsletter!
Per conoscere in anteprima le novità del mondo del licensing e per rimanere aggiornato sulle iniziative internazionali di LIMA (The International Licensing Industry Merchandisers’ Association) iscriviti alla nostra newsletter.
Ho preso visione dell'Informativa sulla Privacy e dell'iscrizione alla newsletter